Editoria e storici dell’arte

nell’Italia del secondo dopoguerra

a cura di Paolo Soddu e Franca Varallo
Collana: I libri di Viella, 471
Pubblicazione: Dicembre 2023
Wishlist Wishlist Wishlist
Scheda in PDF Scheda in PDF Scheda in PDF
Edizione cartacea
pp. 484, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9791254693711
€ 38,00 -5% € 36,10
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 36,10
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9791254694442
€ 22,99
Acquista Acquista Acquista

Tra gli anni Cinquanta e Settanta del secolo scorso, gli storici dell’arte ebbero un ruolo importante nel dibattito pubblico e nella politica culturale delle case editrici.

Questo volume intende analizzare con nuove ricerche il dialogo intellettuale che ha influito notevolmente su un trentennio di cultura italiana.

Attraverso l’approfondimento di singole personalità (Argan, Longhi, Castelnuovo, Magagnato, Menna, Previtali) e le scelte degli editori (Einaudi, Feltrinelli, Neri Pozza, Il Saggiatore) si vuole comprendere quella che è stata la politica che ha caratterizzato gli orientamenti dell’editoria e del mondo accademico a partire dalla metà del Novecento, tra impegno scientifico e sociale, metodologia, divulgazione e progetti.

  • Paolo Soddu e Franca Varallo, Riflessioni su editoria di cultura e storici dell’arte
  • I. Proposte e confronti
    • Anna Ferrando, Editori per una cittadinanza democratica. Continuità e discontinuità nell’editoria italiana fra fascismo e repubblica
    • Davide Angelo Grippa, Le politiche culturali per la storia della casa editrice Einaudi: “formazione” o “informazione”?
    • Maurizio Ghelardi, Un rumoroso silenzio. Alcune osservazioni sulla fortuna di Aby Warburg in Italia (1930-1966)
    • Giuliana Tomasella, Licisco Magagnato e Neri Pozza: un sodalizio editoriale
    • José Luis de la Nuez Santana, El libro de arte y la actividad editorial de Joan Merli, un exiliado del franquismo
  • II. Tra impegno e divulgazione
    • Alexander Auf der Heyde, «Il senso delle cose nella storia»: Antonio Del Guercio, i longhiani e l’editoria del PCI
    • Stefania Zuliani, Pagine militanti. L’impegno editoriale di Filiberto Menna
    • Giuseppe Cipolla, Leonardo Sciascia e la casa editrice Salvatore Sciascia. Gli anni di «Galleria»
    • Marco Testa, Gli esordi di Enrico Castelnuovo. Storia dell’arte e progetti enciclopedici: un interesse di lunga durata
  • III. Progetti per “sprovincializzare” la cultura
    • Annamaria Ducci, Ragghianti e il progetto infinito de L’Arte in Italia
    • Claudio Gamba, Giulio Carlo Argan e il Saggiatore di Alberto Mondadori: arte e architettura per “sprovincializzare” la cultura italiana (1958-1967)
    • Antonella Trotta, Visto da sud. Giovanni Previtali e la Pittura del Cinquecento a Napoli e nel Vicereame
    • Jennifer Cooke, «Abbiamo un certo numero di libri marxisti per istrada». Antal e la storia sociale dell’arte tra impegno politico e nuove metodologie
    • Lucrezia Not, Le traduzioni italiane di Erwin Panofsky tra Einaudi e Feltrinelli
  • IV. Casa Einaudi: scelte e incroci di sguardi
    • Emanuele Pellegrini, Ragghianti in Einaudi
    • Luca Pietro Nicoletti, Francesco Arcangeli in Einaudi
    • Valentina Russo, Einaudi Letteratura: testi e contesti
    • Federica Bonariva, Lamberto Vitali in Einaudi
    • Camilla Marraccini, Archeologia e best seller: Bianchi Bandinelli, Ceram e l’Einaudi
  • Indice dei nomi
  • Indice delle case editrici
  • Le autrici e gli autori

In copertina: Licisco Magagnato, Il cimitero degli ebrei, 1938. Musei Civici di Vicenza - Museo Civico di Palazzo Chiericati.

Forse ti interessa anche