Saints anciens et saints récents dans les cultes et sanctuaires français de la seconde moitié du Moyen Âge

Autore: Catherine Vincent
In: Sanctorum. 10, 2013
Acquista PDF Acquista PDF Acquista PDF
Abstract

Saints anciens et saints récents dans les cultes et sanctuaires français de la seconde moitié du Moyen Âge
Il saggio si articola in una molteplicità di temi fra loro interconnessi. Il primo è quello dell’infittirsi della rete dei luoghi di culto nel corso del secondo Medioevo: si tratta di luoghi di culto di dimensioni diverse, con funzioni diversificate, da santuari molto piccoli, con un modesto irradiamento, spesso con vita breve, oppure santuari a dimensione regionale, meta di pellegrinaggi a più lunga distanza, caratterizzati da una gestione ecclesiastica che favorisce il culto di santi particolari, quali i santi pellegrini Alessio e Rocco, e da peculiari forme di devozione. Il secondo tema è quello della tipologia della santità: si conferma la persistenza del culto per i santi antichi, soprattutto martiri e uno sporadico inserimento dei nuovi santi. Il terzo tema oggetto di analisi è la produzione agiografica: varietà delle forme letterarie, vite, raccolte di miracoli, traslazioni, preghiere, pièces teatrali, progressiva introduzione della lingua vernacolare, prima in versi e poi in prosa, che testimonia un intento comunicativo ai fini di una fruizione più diffusa di una produzione destinata a plaire et édifier.