Studj romanzi. Nuova serie. VII, 2011.

Testata: Studj romanzi. Nuova serie • Anno di pubblicazione: 2011
Edizione cartacea
pp. 96, ISBN: 9788867284122
€ 32,00 -15% € 27,20
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 27,20
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione digitale
  • Giuseppe Tavani, S e P: due progetti di canzoniere
  • Silvia De Santis, Tolle magam, tolle maleficam, quae et mentes immutat et animos alienat! Le interpolazioni nel codice Chigiano del Mistero provenzale di sant’Agnese
  • Paolo Cherchi, Ancora sul titolo del Libro de los gatos

Giuseppe Tavani

Professore Emerito di Filologia Romanza all’Università di Roma “La Sapienza”, si è interessato di problemi metrici (Repertorio metrico della lirica galego-portoghese; saggi sulla metrica catalano-tolosana del XIV secolo, sulla metrica e sulla poesia per musica del Trecento italiano, sulla lettura ritmemica di testi lirici romanzi), di plurilinguismo (Raimbaut de Vaqueiras, Bonifacio Calvo, Cerveri de Girona; teatro spagnolo e portoghese del Cinquecento), di storia delle lingue iberiche, di problemi ecdotici, di fabliaux, di critica testuale applicata a testi trobadorici. Tra gli ultimi volumi pubblicati: Tra Galizia e Provenza. Saggi sulla poesia medievale galego-portoghese (2002), Trovadores e Jograis. Introdução à poesia medieval galego-portuguesa (2002), Folquet de Lunel, Le poesie e il Romanzo della Vita Mondana(2004), Basilio Losada, La Pellegrina. Prefazione di José Saramago, traduzione e postfazione di Giuseppe Tavani (2004). Tra i saggi: Une Provence hispanique: la Galice médiévale, forge de la poésie lyrique péninsulaire (2007), Raimbaut de Vaqueiras (?), Altas undas que venez suz la mar (BdT 392.5°) (2008), Peire de Blai, En est son fas chansoneta novelha (2010).

Silvia De Santis

Silvia De Santis ha studiato al Conservatorio di musica Santa Cecilia di Roma e si è diplomata all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico. Ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca in Filologia e letterature romanze e il Diploma alla Scuola biennale di Paleografia, Diplomatica e Archivistica presso l’Archivio Segreto Vaticano. È attualmente assegnista di ricerca presso la Sapienza - Università di Roma, dove svolge ricerche nell’ambito del romanzo antico-francese e della letteratura provenzale e antico-italiana.

Paolo Cherchi

Paolo Cherchi è stato professore di Letteratura Italiana all’Università di Chicago e ha insegnato all’Università di Ferrara. Fra i suoi volumi: Capitoli di critica cervantina (Bulzoni 1977); Andreas and the Ambiguity of Courtly Love (Toronto University Press 1994); l’edizione de La piazza universale di tutte le professioni del mondo di Tommaso Garzoni (Einaudi 1996); Polimatia di riuso. Mezzo secolo di plagio (1539-1589) (Bulzoni 1998); La metamorfosi dell’Adone (Longo 1996); L’alambicco in biblioteca: distillati rari (Longo 2000); L’onestade e l’onesto raccontare del Decameron (Cadmo 2004); Le nozze di Filologia e Fortuna (Bagatto 2006); Verso la chiusura. Saggio sul Canzoniere di Petrarca (il Mulino 2008); La rosa dei venti. Una mappa delle teorie letterarie (Carocci 2011). Autore anche di testi di fiction: L’amante ropalico e altri erostrati (EDES 2000, vincitore del premio Giuseppe Dessì); Erostrati e astripeti (Il maestrale 2005).