Nuove acquisizioni per la protostoria del codice Hamilton 390 (già Saibante)

In: Critica del testo. XV/1, 2012
doi:10.1400/190165
Acquista PDF Acquista PDF Acquista PDF
Abstract

Nuove acquisizioni per la protostoria del codice Hamilton 390 (già Saibante)
L’articolo espone i primi risultati del nuovo progetto di edizione e studio codicologico-paleografico, linguistico, ecdotico, storico e artistico del manoscritto Berlin, Staatsbibliothek, Hamilton 390, olim Saibante, condotto sotto la direzione di Maria Luisa Meneghetti. La ricognizione diretta del codice ha consentito la redazione di una scheda codicologica puntuale ed aggiornata, all’interno della quale emergono alcune nuove ed importanti acquisizioni, tra le quali spicca la decifrazione di una nota che riporta il nome di un antico possessore, Marco, scritta nell’ottobre 1350 a Famagosta (f. 1r). Sulla base di questi dati l’articolo propone le prime ipotesi di lavoro su alcuni momenti della storia antica del codice. Particolare attenzione è data, altresì, alle due miniature dei ff. 1r-2v (la rosa dei venti e la ruota di fortuna), di cui si descrivono con attenzione i caratteri costituitivi e si propongono alcune nuove linee interpretative.
The paper presents the first results of a project chaired by Maria Luisa Meneghetti, aiming at studying manuscript Berlin, Staatsbibiliothek, Hamilton 390 (olim Saibante) from the codicological, paleographic, linguistic, textual, historical and artistic points of view. A first-hand analysis of the manuscript provided data for a new complete and updated codicological description, and enabled some important discoveries, like the subscription of an ancient owner, Marco, written in October 1350 in Famagusta (f. 1r). Against this backdrop, the paper formulates hypotheses on the ancient stages of the history of the codex. The study also proposes a new description and interpretation of the two first illuminations (ff. 1r-2v, portraying the Rose-Window and the Fortune’s Wheel).